Bardana maggiore

Bardana maggiore

Pianta biennale o perenne. Può raggiungere i due metri di altezza. Le foglie sono alterne, cordiformi, pubescenti nella pagina inferiore, con picciolo lungo. Fiorisce durante i mesi di luglio e agosto. I fiori, color violetto, sono riuniti in grappoli di capolini sferici, circondati da un involucro, composto da diverse brattee, con la punta ricurva, che formano un uncino che ne facilita la dispersione da parte degli animali (zoocoria).
La radice della bardana maggiore è commestibile. Carnosa, di tipo fittonante, è relativamente lunga (fino a 50 cm).
I frutti sono degli acheni, lunghi, compressi, con pappo breve.

Nome latino

Arctium lappa L.

Origine

Specie originaria delle regioni temperate nel vecchio mondo: Europa (della Scandinavia al Mediterraneo e dalle Isole britanniche alla Russia), Asia (dal Vicino Oriente alla Cina e al Giappone) e subcontinente indiano.

Parte utilizzata

La radice.

Principi attivi

Acidi fenolici (acido clorogenico): hanno un effetto antiossidante e detossificante.
Lignami: contribuiscono all’azione antiossidante e antinfiammatoria.

Uso

Nel Medioevo, si consumava la radice di bardana come verdura: le radici giovani si mangiavano crude, quelle più vecchie venivano prima fatte cuocere. La pianta era inoltre utilizzata in medicina per le malattie cutanee e per le infezioni delle vie respiratorie superiori. Veniva utilizzata anche per purificare il sangue e come tonico per i capelli.
Ancora oggi viene usata, come in passato, per migliorare l’aspetto della pelle. Grazie alla sua azione antinfiammatoria, apporta notevoli benefici alla pelle. 1-7 Inoltre, facilita anche le funzioni di eliminazione dell’organismo. 6-9

Referenze bibliografiche

Prodotti simili
20 giorni (250 ml)
Sapore: mela
ORTIS - Detoxine Senza iodio
Detoxine Senza iodio Depurativo
Senza iodio
Regolarizzante (20 giorni)
ORTIS - Detoxine Senza iodio
Detoxine Senza iodio Depurativo
Senza iodio
Regolarizzante (20 giorni)

Cocktail BIO di 9 piante per una depurazione profonda dell’organismo Carciofo e Betulla favoriscono l’a ...

Le indicazioni sulla salute relative alle piante contenute nei nostri prodotti che compaiono nel nostro sito sono conformi all’elenco delle indicazioni sulla salute in attesa di valutazione definitiva da parte delle autorità della Comunità europea (cfr. Sito della Commissione europea: http://ec.europa.eu/nuhclaims/). Possono tuttavia essere soggette a modifica dopo essere state esaminate dalle autorità nazionali competenti.

Le indicazioni sulla salute relative alle altre sostante nutrienti o sostanze contenute nei nostri prodotti che compaiono nel nostro sito sono conformi al regolamento n.° 432/2012 della Commissione europea del 16 maggio 2012 relativo alla compilazione di un elenco di indicazioni sulla salute consentite sui prodotti alimentari, diverse da quelle facenti riferimento alla riduzione dei rischi di malattia e allo sviluppo e alla salute dei bambini (cfr. sito della Commissione europea : http://ec.europa.eu/nuhclaims/).